IN LIFE | Workshop con Aaron Schuman

Dove: Pontremoli, Toscana, Italia
Quando: 20-23 settembre 2021

Quota early bird: 390 € (fino al 31 agosto)
Quota standard: 440 € (fino al 10 settembre)

Concept & Programma

Questo workshop è ispirato dal brano tratto da Viaggio in Italia di Johann Wolfgang von Goethe (1786-1788):

“In questo momento mi preoccupo delle impressioni sensoriali… La verità è che, mettendo alla prova le mie capacità di osservazione, ho trovato un nuovo interesse per la vita. Fino a che punto mi porterà la mia conoscenza scientifica e generale: posso imparare a guardare le cose con occhi chiari e freschi? Quanto posso assorbire a colpo d’occhio? Si possono cancellare i solchi delle vecchie abitudini mentali? Questo è quello che sto cercando di scoprire”.

Mentre emergiamo da un anno e mezzo di paura, incertezza, isolamento, distruzione, malattia e disillusione, questo workshop permetterà di sperimentare come la fotografia possa “mettere alla prova le nostre capacità di osservazione” e quindi consentirci di “guardare le cose con chiarezza, occhi nuovi” per rivelare e rinnovare il nostro interesse per la vita stessa. Condotto dall’artista, scrittore e curatore americano Aaron Schuman, esso mostrerà come “impressioni sensoriali”, intuizione, immaginazione, spontaneità e osservazione acuta – insieme a ricordi e storie varie – possano collettivamente formare e alimentare i nostri processi creativi portandoci oltre e consentendoci di fare nuove e significative scoperte, sia personali che fotografiche.

Il workshop durerà quattro giorni e consisterà in un giorno di discussioni tra gli artisti su questi temi, seguito da tre giorni di lavoro intensivo, durante i quali i partecipanti creeranno e produrranno collettivamente una nuova mostra fotografica site-specific – In Life – con la guida editoriale e curatoriale di Schuman. L’installazione sarà presentata al termine del workshop con un appuntamento di presentazione in opening, talk ed evento.

Come partecipare

Il workshop è aperto a tutti gli artisti interessati a vivere un’esperienza come questa, a Pontremoli, lavorando a stretto contatto con Aaron Schuman e dando vita qui ad un’installazione (in life, appunto) concepita come site-specific.

La quota di partecipazione è di 440€, incluso il tesseramento all’associazione Lunicafoto 2021 e l’alloggio a Pontremoli – in camera singola – per tutta la durata del workshop. Prezzo promo fino al 31 agosto – 390€ anziché 440€.

Per inviare la propria richiesta di iscrizione scrivere un’e-mail a ad@fotohub.it – oggetto “IN LIFE Workshop” – contenente:

– breve introduzione su voi stessi e sul perché volete prendere parte al workshop
– sito internet (se presente) e informazioni di contatto (e-mail, numero di telefono)
– una selezione di 10 immagini per presentarvi al docente e al team Foto|Hub 🙂

* (ok anche link WeTransfer, Drive e simili)

Risponderemo prima possibile tenendo tutti aggiornati sulla formazione del gruppo: 8 persone saranno selezionate per questa residenza-workshop e a loro manderemo istruzioni in merito (per la conferma sarà necessario versare un anticipo di 220€ insieme al modulo di iscrizione che vi trasmetteremo).

La selezione sarà meritocratica e premierà sia il materiale inviato che il… tempismo 🙂

Il workshop sarà tenuto in inglese. L’opening e il talk saranno invece in due lingue (inglese/italiano).  

Il docente

AARON SCHUMAN è un artista, scrittore, educatore e curatore americano con sede nel Regno Unito. Il suo lavoro fotografico è esposto e pubblicato a livello internazionale e si trova in collezioni pubbliche e private. Schuman è autore di due monografie acclamate dalla critica: SLANT (MACK, 2019) – che è stato citato come uno dei “Migliori fotolibri” del 2019 da numerosi fotografi, critici e pubblicazioni, tra cui The Guardian, Internazionale, American Suburb X, Photoeye, Photobookstore Magazine e Deadbeat Club Press; e FOLK (NB Books, 2016) – che è stato citato come uno dei “Migliori fotolibri” del 2016 da Alec Soth (Photo-Eye), Jason Fulford (TIME) e Sean O’Hagan (The Guardian), e da lungo tempo in lista per il Deutsche Börse Photography Prize 2017.  Oltre al proprio lavoro fotografico, Schuman ha contribuito con testi e immagini a molti libri tra cui Photo No-Nos: Meditations on What Not to Shoot (Aperture, 2021), Aperture Conversations: 1985 to the Present ( Aperture, 2018), Another Kind of Life: Photography on the Margins (Prestel, 2018), Alec Soth: Gathered Leaves (MACK, 2015) e The Photographer’s Playbook (Aperture, 2014), tra molti altri; collabora regolarmente anche a riviste come Aperture, Foam, Frieze, Hotshoe, Magnum Online, The British Journal of Photography e altre. Inoltre, Schuman ha curato diverse mostre importanti, tra cui In Progress (Royal Photographic Society, 2021), Indivisible: New American Documents (FOMU Antwerp, 2016), In Appropriation (Houston Center of Photography, 2012), Other I: Alec Soth, WassinkLundgren , Viviane Sassen (Hotshoe London, 2011) e Whatever Was Splendid: New American Photographs (FotoFest, 2010). Nel 2014, Schuman è stato curatore di Krakow Photomonth 2014; nel 2018 è stato curatore del JaipurPhoto Festival 2018.  Schuman è stato fondatore ed editore di SeeSaw Magazine (2004-2014) ed è attualmente Program Leader del programma MA Photography presso la University of the West of England (UWE Bristol). Sito web: www.aaronschuman.com